Stanchi dei soliti buoni pasto e della loro poca flessibilità? Usa Offroo!

Stanchi dei soliti buoni pasto e della loro poca flessibilità? Usa Offroo!

Il sistema dei buoni pasto, per come pensato e gestito oggi, appartiene davvero ad un mondo lavorativo anni 90. Nati nel 1954 in Gran Bretagna, prendono piede in Italia a partire dagli anni 70. Oggi sono utilizzati da oltre 2 milioni e mezzo di lavoratori. Come funzionano i buoni pasto? Il buono pasto viene distribuito al lavoratore sotto forma di un tagliando o di una tessera con microchip come sostitutivo del servizio mensa aziendale. E’ utilizzabileper acquistare solo generi alimentari ed è possibile spenderlo nei negozi convenzionati. Non è cedibile a terzi. E’ oggetto di deduzione IRAP e IRES, non soggetto ad IRPEF fino al valore di 5,29 euro ed è IVA detraibile al 100%. Il funzionamento è molto semplice: il consumatore consegna il buono all’esercente e in cambio ottiene una prestazione alimentare. L’esercente, a fine mese, consegna i buoni all’Azienda emittente del buono stesso e ne riceve, dopo qualche mese, un controvalore in denaro.

Sembrerebbe tutto perfetto, se non che il sistema in effetti ha delle lacune non indifferenti e spesso deleteree sia per le aziende che per i lavoratori. Il problema più grave è il rimborso dei buoni ai ristoratori che li vedono rimborsati a scadenze lunghissime e, nella peggiore delle ipotesi, non se li vedono liquidare, come successo a luglio 2018 per una nota catena di buoni pasto (vedi articolo su Linkiesta).

Offroo, sotto questo punto di vista, rappresenta una valida soluzione alternativa ai numerosi problemi sopra indicati, rappresentando una valida soluzione sia per i ristoratori, che vedrebbero accreditate le somme immediatamente e non dopo mesi e contenziosi, sia per i lavoratori che potrebbero recuperare, qualora non utilizzati dai lavoratori, le somme spese per l’acquisto dei buoni pasto.

In aggiunta il QRcode è decisamente più flessibile, permette un maggior controllo sul “dove” il dipendente spende e passa la sua pausa lavorativa, consente di recuperare eventuali buoni pasto non goduti dai dipendenti, rientrando in possesso delle somme pagate.

post a comment